prisons of Gaeta & Ischia

As a nation state, Italy has emerged only in 1871. Until then the country was politically divided into a large number of independant cities, provinces and islands. The currently available evidences point out to a dominant Etruscan, Greek and Roman cultural influence on today's Italians.
8 posts • Page 1 of 1

prisons of Gaeta & Ischia

Postby dmt1955 » 10 Apr 2013, 17:02

i have ancestors who were imprisoned and/or died in one &/or both of these prisons beginning in 1832, they were members of the carbonari who fought for constitutional government.

are there records that were kept of prisoners in either or both of these prisons as to the dates of imprisonment / release / death?

would a prisoner's death be recorded in the town of death as well as town of birth?

thanks,
Donna
www.MyItalianFamilies.com
Researching: Purcaro, Raimo, Rizzo, Scaglione, Troisi, Masucci
Locations: Ariano (di Puglia) Irpino, Volturrara, Altavilla, Zungoli
User avatar
dmt1955
Master
Master
 
Posts: 596
Joined: 05 Jun 2010, 19:12
Location: Washington, DC

Re: prisons of Gaeta & Ischia

Postby nrepole » 06 Jul 2013, 13:35

Hi Donna
Have you checked the familysearch.org website?

For Ischia, see: https://familysearch.org/learn/wiki/en/ ... al_Records)

The site may be useful, and you can check your ancestor's town of birth for records too.

Nick
Surnames: Repole, Pinto, Patrissi, Schettino, Sisti, Melli, Del Gaudio, Garofano, Gambuti, Parente
User avatar
nrepole
Rookie
Rookie
 
Posts: 93
Joined: 31 Oct 2008, 02:52
Location: Sydney, Australia

Re: prisons of Gaeta & Ischia

Postby dmt1955 » 07 Jul 2013, 15:59

nick,
thanks so much for your suggestion. i will see what there is to see.
donna
www.MyItalianFamilies.com
Researching: Purcaro, Raimo, Rizzo, Scaglione, Troisi, Masucci
Locations: Ariano (di Puglia) Irpino, Volturrara, Altavilla, Zungoli
User avatar
dmt1955
Master
Master
 
Posts: 596
Joined: 05 Jun 2010, 19:12
Location: Washington, DC

Re: prisons of Gaeta & Ischia

Postby PippoM » 11 Jul 2013, 08:21

Maybe some records are kept at Archivio di Stato in Naples, but that would need an on-site search, I think. I had a look at some online inventories, but it's a puzzle...
Giuseppe "Pippo" Moccaldi

Certificate requests and genealogical searches in Italy.
Translation of your old documents and letters.
Legal assistance for your Italian citizenship.
User avatar
PippoM
Master
Master
 
Posts: 1259
Joined: 25 Aug 2004, 00:00
Location: Roma, Italia

Re: prisons of Gaeta & Ischia

Postby Sabino » 11 Jul 2013, 22:16

I DETENUTI POLITICI DEL CASTELLO D'ISCHIA ricerca di Nino d'Ambra presso l'Archivio di Stato di Napoli e il Municipio di Ischia.

AGRILLO Angelantonio di Matonti (Salerno). Bracciante. Anni 35. Il 18.10.1850 fu condannato a 20 anni di ferri dalla Gran Corte Speciale di Salerno. Successivamente beneficiò di una congrua riduzione di pena. Presente nelle prigioni del Castello d'Ischia dal 29.8.1855 al 25.9.1856.

ALTIMARE Pasquale di Molfetta (Bari). Negoziante. Anni 48. Il 12.8.1851 fu condannato a 25 anni di ferri dalla Gran Corte Speciale di Trani. Il 23.11.1854 gli fu commutata la pena in sei anni di relegazione. Presente nelle prigioni del Castello d'Ischia dal 14.10.1851 al 7.2.1852.

AMETRANO Giuseppe di Aquara (Salerno). Manovale specializzato. Anni 44. Il 23.8.1851 fu condannato a 24 anni di ferri dalla Gran Corte Speciale di Salerno. Successivamente ebbe una riduzione di pena di 4 anni. Presente nelle prigioni del Castello d'Ischia dal 14.10.1851 al 7.2.1852.

AMETRANO Ludovico di Aquara (Salerno). Calzolaio. Anni 46. Il 23.8.1851 fu condannato a 19 anni di ferri dalla Gran Corte Speciale di Salerno. Il 28.10.1858 beneficiò di un abbuono di pena di quattro anni. Presente nelle prigioni del Castello d'Ischia dal 14.10.1851 al 7.2.1852.

BARBATI Cosimo Casimiro di Secondigliano (Napoli). Spazzino. Anni 33. Il 26.10.1850 fu condannato a 19 anni di ferri dalla Commissione Militare di L'Aquila. Presente nelle prigioni del Castello d'Ischia dal 9.12.1851 al 23.3.1852.

BARONE Felice di Eboli. Medico. Anni 33. Il 29.7.1851 fu condannato a 19 anni di ferri dalla Gran Corte Speciale di S. Maria Capua Vetere. Il 18.3.1859 ebbe commutata la pena ancora da scontare in esilio a vita. Nello stesso anno beneficiò del condono e di conseguenza fu inviato a soggiorno obbligato a Chieti, fino al 30.6.1860. Presente nelle prigioni del Castello d'Ischia dal 14.10.1851 al 7.2.1852.

BARLETTA Ignazio. Presente nelle prigioni del Castello d'Ischia nell'anno 1851.

BRAICO Cesare di Brindisi. Medico. Anni 35. Il 1. febbraio 1851 fu condannato a 25 anni di ferri dalla Gran Corte Speciale di Napoli. Il 27.12.1858 la pena da scontare gli fu tramutata in esilio a vita. Presente nelle prigioni del Castello d'Ischia dal 23.2.1851 al 7.2.1852.

BRONZO Domenicantonio di Acquavella (Salerno). Possidente. Anni 49. Il 29.5.1852 fu condannato a 30 anni di ferri dalla Gran Corte Speciale di Salerno. Il 9.5.1853 beneficiò di una riduzione di pena di 12 anni. Il 18.12.1856 la pena ancora da scontare gli fu commutata in dieci anni di relegazione. Presente nelle prigioni del Castello d'Ischia dopo la spedizione di Sapri (conclusasi il 1. luglio 1857).

CAPOZZOLI Gaetano di Monteforte Cilento (Salerno). Possidente. Anni 49. Il 14.8.1851 fu condannato a 30 anni di ferri dalla Gran Corte Speciale di Salerno. Il 18.3.1859 la pena ancora da scontare gli fu convertita in esilio a vita. Il 29.8.1859 beneficiò del condono. Presente nelle prigioni del Castello d'Ischia dal 14.10.1851 al 7.2.1852.

CAPPA Giuseppe di L'Aquila. Possidente. Anni 32. Il 9.3.1842 fu condannato a 25 anni di ferri dalla Gran Corte Speciale di L'Aquila. Il 12.7.1851 fu condannato ad ulteriori 24 anni di ferri dalla stessaCorte.il 16.11.1856 ebbe condonata la pena ancora da scontare. Presente nelle prigioni del Castello d'Ischia dal settembre 1842 al gennaio 1848.

CARNEVALE Lorenzo di Eboli (Salerno). Calzolaio. Anni 44. Il 19.5.1851 fu condannato a 24 anni di ferri dalla Gran Corte Speciale di Salerno. Presente nelle prigioni del Castello d'Ischia dal 10.10.1851 al 7.2.1852.

CARUSO Giovanni diS. Maria Capua Vetere. Negoziante. Anni 50. Il 5.11.1850 fu condannato a 25 anni di ferri dalla Gran Corte Speciale di Terra di Lavoro. Presente nelle prigioni del Castello d'Ischia dal 13.11.1850 al 6.2.1852.

CATALDI Nicola di Feroleto Antico (Catanzaro). Mulattiere. Anni 34. L'll.5.1852 fu condannato a 25 anni di ferri dalla Gran Corte Speciale di Catanzaro. Presente nelle prigioni del Castello d'Ischia dopo la spedizione di Sapri (conclusasi il 1. luglio 1857).

CAVALLO Angelo di Trentinara (Salerno). Possidente. Anni 37. Il 29.11.1852 fu condannato a morte dalla Gran Corte Speciale di Salerno. La pena gli fu successivamente commutata in 30 anni di ferri. Presente nelle prigioni del Castello d'Ischia dopo la spedizione di Sapri (conclusasi il 1. luglio 1857).

CAVALLO Luigi di Galdo (Salerno). Notaio. Anni 33. Il 19.11.11851 fu condannato a 19 anni di ferri dalla Gran Corte Speciale di Salerno. Presente nelle prigioni del Castello d'Ischia dal 14.10.1851 al 7.2.1852.

CAVALLO Vincenzo di San Severo (Foggia). Possidente. Anni 57. Il 15.8.1851 fu condannato a 19 anni di ferri dalla Gran Corte Speciale di Lucera. Presente nelle prigioni del Castello d'Ischia dal 14.10.1851 al 7.2.1852.

COCOZZA Francesco di Barra (Napoli). Possidente. Anni 52. Il 1. febbraio 1851 fu condannato a 19 anni di ferri dalla Gran Corte Speciale di Napoli. Nel 1858 fu trasferito nelle prigioni del Castello d'Ischia dove mori l'anno seguente.
COLAIANNI Francesco. Presente nelle prigioni del Castello d'Ischia nel febbraio 1851.

DE BONIS Cesare di Scala Coeli (Cosenza). Studente. Il 28.6.1852 fu condannato a 25 anni di ferri dalla Gran Corte Speciale di Cosenza. Presente nelle prigioni del Castello d'Ischia dopo la spedizione di Sapri (conclusasi il 1. luglio 1857).

DE CAMILLIS Paolo di S. Maria Capua Vetere. Possidente. Anni 27. 11 5.11.1850 fu condannato a 25 anni di ferri dalla Gran Corte Speciale di Terra di Lavoro. Presente nelle prigioni del Castello d'Ischia dal 13.11.1850 al 23.3.1852.

DE GENNARO CUCULLO Michele di S. Maria Capua Vetere. Possidente. Anni 28. Il 5.11.1850 fu condannato a 25 anni di ferri dalla Gran Corte Speciale di Terra di Lavoro. Presente nelle prigioni del Castello d'Ischia dal 13.11.1850 al 6.2.1852.

DE GENNARO Giovanni di S. Maria Capua Vetere. Presente nelle prigioni del Castello d'Ischia negli anni 1851 e 1852.

DE LUCIA Gennaro di Ortodonico (Salerno). Possidente. Anni 28. Il

12 marzo 1853 fu condannato a 22 anni di ferri dalla Gran Corte Speciale di Salerno. Presente nelle prigioni del Castello d'Ischia dal 23.5.1854 al 22.1.1856.

DE ONESTIS Antonio di Salerno. Avvocato. Il 18.6.1851 giunse come relegato nel Castello d'Ischia. Presente anche nel 1852.

DEL GROSSO Giuseppe di Salerno. Possidente. Anni 45. Il 9.11.1851 fu condannato a 13 anni di ferri dalla Gran Corte Speciale di Salerno. Presente nelle prigioni del Castello d'Ischia dopo la spedizione di Sapri (conclusasi il 1. luglio 1857).

DELLI PAOLI Felice di S. Mango Cilento (Salerno). Falegname. Anni 29. Il di 11.6.1851 fu condannato a 24 anni di ferri dalla Gran Corte Speciale di Salerno. Presente nelle prigioni del Castello d'I-schia dal 18.10.1851 al 7.2.1852.

DI DOMENICO Andrea di S. Maria Capua Vetere. Possidente. Anni 39. Il 5.11.1850 fu condannato a 30 anni di ferri dalla Gran Corte Speciale di S. Maria Capua Vetere. Presente nelle prigioni del Castello d'Ischia dal 13.11.1850 11 7.2.1852.

DONO Vincenzo della provincia di Salerno. Farmacista. Anni 46. Il 1. febbraio 1851 fu condannato dalla Gran Corte Speciale di Napoli a 19 anni di ferri. Presente nelle prigioni del Castello d'Ischia dal 23.1.1851 al 7.2.1852.

ERRICHIELLO Gaetano di Napoli. Fabbricante di tessuti. Anni 48. Il 1. febbraio 1851 fu condannato a 19 anni di ferri dalla Gran Corte Speciale di Napoli. Presente nelle prigioni del Castello d'Ischia dal 23.2.1851 al 7.2.1852.

FERRARA Antonio di S. Maria Capua Vetere. Possidente. Anni 27. Il 5.11.1850 fu condannato a 25 anni di ferri dalla Gran Corte Speciale di Terra di Lavoro. Presente nelle prigioni del Castello d'Ischia dal 13.11.1850 al 7.2.1852.

GALLO Zaccaria di Molfetta (Bari). Perito agrimensore. Anni 42. Il 12.8.1851 fu condannato a 25 anni di ferri dalla Gran Corte Speciale di Trani. Presente nelle prigioni del Castello d'Ischia dal 14.10.1851 al 7.2.1852.

GENTILE Tobia di Magliano. Calzolaio. Anni 30. Il 20.9.1850 fu condannato a morte dalla Gran Corte Speciale di L'Aquila. Sette giorni dopo la pena gli fu commutata in 18 anni di ferri. Presente nelle prigioni del Castello d'Ischia dal 9.12.1850 al 23.3.1852.

GRIFFO Giovanni Francesco di Cosenza. Possidente. Anni 37. Il 16.5.1851 dalla Gran Corte Speciale di Cosenza fu condannato a morte con il terzo grado di pubblico esempio col laccio sulle forche. Pena commutata in 24 anni di ferri. Presente nelle prigioni del Castello d'Ischia dopo la spedizione di Sapri (conclusasi il primo luglio 1857).

LOSITO Vincenzo di Andria (Bari). Falegname. Anni 23. Il 2 agosto 1851 fu condannato a 24 anni di ferri dalla Gran Corte Speciale di Trani. Presente nelle prigioni del Castello d'Ischia dopo la spedizione di Sapri (conclusasi il 1. febbraio 1857).

MAGNO Carmine di Perdifumo (Salerno). Muratore. Anni 44. Il 15.3.1851 fu condannato dalla Gran Corte Speciale di Salerno a 19 anni di ferri. Presente nelle prigioni del Castello d'Ischia dal 18.10.1851 al 7.2.1852.

MANGO Filippo di Caserta. Macchinista. Anni 46. Il 15.7.1851 fu condannato a 20 anni di ferri dalla Gran Corte Speciale di terra di Lavoro. Presente nelle prigioni del Castello d'Ischia dal 21.10.1851 all'8.12.1851.

MELCHIORRE Francesco di San Severo (Foggia). Impiegato. Nato nel 1820. Il 12.10.1850 fu condannato a 19 anni di ferri dalla Gran Corte Speciale di Capitanata. L'I 1.7.1858 la penagli fu commutata in sei anni di relegazione che probabilmente scontò in parte nel Castello d'Ischia. Fu liberato nel 1860.

MELLUCCI Gaetano della provincia di Caserta. Commerciante. Anni 54. 11 5.11.1850 veniva condannato a 30 anni di ferri dalla Gran Corte Speciale di Terra di Lavoro. Presente nelle prigioni del Castello d'Ischia dal 13.11.1850 al 7.2.1852.

MILANO Giuseppe. Presente nelle prigioni del Castello d'Ischia nel febbraio del 1851.

MONTE Arioso. Presente nelle prigioni del Castello d'Ischia nel 1851.

MORELLI Francesco di S. Maria Capua Vetere. Possidente. Anni 36.115.11.1850 fu condannato a 25 anni di ferri dalla Gran Corte Speciale di Terra di Lavoro. Presente nelle prigioni del Castello d'Ischia dal 13.11.1850 al 7.2.1852.

NATALE Giulio di Casapulla (Caserta). Possidente. Nato nel 1787. Il 6.11.1850 fu condannato a 25 anni di ferri dalla Gran Corte Speciale di S. Maria. Morì nelle prigioni del Castello d'Ischia nel 1851.

NISCO Nicola di S. Giorgio La Montagna (oggi S. Giorgio del Sannio) - Benevento. Avvocato, scrittore, deputato. Anni 35. Il primo febbraio 1851 fu condannato a 30 anni di ferri dalla Gran Corte Speciale di Napoli. Con decreto del 27.12.1858 la pena gli fu commutata in esilio a vita. Presente nelle prigioni del Castello d'Ischia dal 1. marzo 1851 al 7.2.1852.

PALADINO Antonio di Vallo della Lucania (Salerno). Artista. Anni 47. Il 18.10.1850 fu condannato a 25 anni di ferri dalla Gran Corte Speciale di Salerno. Presente nelle prigioni del Castello d'Ischia dal 29.8.1855 al 21.9.1855.

PANUNZIO Costantino di Molfetta (Bari). Farmacista. Anni 36. Il 12.8.1851 fu condannato a 25 anni di ferri dalla Gran Corte Speciale di Trani. Presente nelle prigioni del Castello d'Ischia dal 14 ottobre 1851 al 7 febbraio 1852.

PARTENZA Michele di Caprara d'Abruzzo (Pescara). Bracciante. Anni 33. Il 13 gennaio 1851 fu condannato a 13 anni di ferri dalla Gran Corte Speciale di Teramo. Presente nelle prigioni del Castello d'Ischia dal 6.11.1854 al 9.11.1855.

PIRONTI Michele di Montoro Inferiore (Avellino). Magistrato, deputato. Anni 37. Il 1. febbraio 1851 fu condannato a 24 anni di ferri dalla Gran Corte Speciale di Napoli. Presente nelle prigioni del Castello d'Ischia dal 23.2.1851 al 7.2.1852.

PISARRO Nicola di S. Demetrio Corone (Cosenza). Sarto. Anni 24. Il 21 luglio 1851 veniva condannato a 12 anni di ferri dalla Gran Corte Speciale di Cosenza. Il 20.10.1852 la pena gli fu commutata in 8 anni di relegazione. Presente nelle prigioni del Castello d'Ischia dal 14.10.1851 al 24.8.1852.

POERIO Carlo di Napoli. Avvocato, deputato. Il 1. febbraio 1851 fu condannato a 24 anni di ferri dalla Gran Corte Speciale di Napoli. Con decreto del 27.12.1858 la pena gli fu commutata in esilio a vita. Presente nelle prigioni del Castello d'Ischia dal 23.2.1851 al 7.2.1852.

POLI Luigi di Molfetta (Bari). Negoziante. Anni 38. Il 12 agosto 1851 fu condannato a 25 anni di ferri dalla Gran Corte Speciale di Trani. Con provvedimento del 9.6.1856 la penagli fu commutata in 6 anni di relegazione. Presente nelle prigioni del Castello d'Ischia dal 14.10.1851 al 7 febbraio 1852.

PORCARO Vito di Ariano Irpino (Avellino). Avvocato. Anni 46. Il 16.6.1852 fu condannato a morte dalla Gran Corte Speciale di Cosenza. La pena gli fu commutata in ergastolo, che scontò nel penitenziario dì S. Stefano. Presente nelle prigioni del Castello d'Ischia dal marzo al novembre 1851.

PRINCIPE Francesco Saverio di Laureana Cilento (Salerno). Possidente. Anni 39. Il 12.10.1850 fu condannato a 30 anni di ferri dalla Gran Corte Speciale di Salerno. Presente nelle prigioni del Castello d'Ischia dal 6.11.1854 al 27.9.1856.

PROCIDA Tommaso. Morto nel 1874. Il 17 dicembre 1852 fu condannato a 25 anni di ferri. Presente nelle prigioni del Castello d'Ischia dal luglio all'ottobre 1857.

RETTURA Luigi di Nicastro (Catanzaro). Negoziante. Anni 49.1120.5.1851 fu condannato a 25 anni di ferri dalla Gran Corte Speciale di Catanzaro. Il 6.10.1851 beneficiò di una riduzione di pena di 7 anni. Il 15.3.1858 la pena ancora da scontare gli fu tramutata in 10 anni di relegazione. Presente nelle prigioni del Castello d'Ischia dopo la spedizione di Sapri (conclusasi il 1. luglio 1857).

ROMANO Francesco di Lboh (Salerno). Possidente. Anni 59. Il 25 gennaio 1851 fu condannato a 19 anni di ferri dalla Gran Corte Speciale di Salerno. Presente nelle prigioni del Castello d'Ischia dal 14.10.1851 al 7.2.1852.

SIGISMONDI Vincenzo di Molfetta (Potenza). Impiegato. Anni 48. Il 12.8.1851 fu condannato a 28 anni di ferri dalla Gran Corte Criminale di Trani. Presente nelle prigioni del Castello d'Ischia dal 14.10.1851 al 7.2.1852.

SPOLSINO Giambattista di Brienza (Potenza). Bracciante. Anni 30. Il 18 luglio 1851 fu condannato a 19 anni di ferri dalla Gran Corte Speciale di Salerno. Presente nelle prigioni del Castello d'Ischia dal 14.10.1851 al 7.2.1852.

STICCO Luigi di S. Maria Capua Vetere. Avvocato. Anni 45. Il 5.11.1850 fu condannato a 30 anni di ferri dalla Gran Corte Speciale di Terra di Lavoro. Presente nelle prigioni del Castello d'ischia dal 13.11.1850 al 7.2.1852.

TARSIA Nicola di Firmo (Cosenza). Insegnante. Anni 30. Il 21.7.1851 fu condannato a 12 anni di ferri dalla Gran Corte Speciale di Cosenza. Con provvedimenti diversi ebbe una riduzione di pena di 8 anni. Presente nelle prigioni del Castello d'Ischia dal 14.10.1851 al 24.8.1852.

TUZZO Leone dì Stilla (Reggio Calabria). Possidente. Anni 33. Il 2 dicembre 1850 fu condannato a 9 anni di ferri dalla Gran Corte Speciale di Lecce. Il 26 maggio 1858 fu graziato. Presente nelle prigioni del Castello d'Ischia dal 14 ottobre 1851 al 7 febbraio 1852.

VISALLI Ottaviano, figlio di Vitaliano. Probabilmente calabrese. Padre dello storico Vittorio Visalli. Condannato a 19 anni di ferri, la pena gli fu commutata in 10 anni di relegazione. Presente nelle prigioni del Castello d'Ischia dopo la spedizione di Sapri (conclusasi il 1. luglio 1857).




N.B.

Non dimenticare la fortezza sabauda : Fenestrelle, la vergogna della FALSA unità d'Italia

Ma è un'altra storia...
Sabino
Elite
Elite
 
Posts: 362
Joined: 17 Aug 2011, 15:56

Re: prisons of Gaeta & Ischia

Postby dmt1955 » 27 Jul 2013, 20:07

Sabino,
I am just seeing your post. I don't remember ever seeing a notification of a reply.

Thank you for this....Vito Purcaro, from Ariano di Puglia, is an ancestor of mine. The entry certainly provides additional and valuable information to my research.

Vito's father, Michele Purcaro, was imprisoned in 1832 during the failed movement with Father Angelo Peluso. I am not sure where he was sent to prison but know he died there.

I have two questions...penitentiary of San Stefano - you refer to the island prison in the bay of naples? Savoy fortress - where is that located?

i am so appreciative for this informtion.
donna
www.MyItalianFamilies.com
Researching: Purcaro, Raimo, Rizzo, Scaglione, Troisi, Masucci
Locations: Ariano (di Puglia) Irpino, Volturrara, Altavilla, Zungoli
User avatar
dmt1955
Master
Master
 
Posts: 596
Joined: 05 Jun 2010, 19:12
Location: Washington, DC

Re: prisons of Gaeta & Ischia

Postby Sabino » 28 Jul 2013, 01:15

L'elenco riguarda principalmente i detenuti politici appartenenti della setta dell' Unità Italiana questa setta " l'Unità Italiana "
aveva contatto con la Carboneria e la Giovine Italia diventa nel 1848 Associazione Nazionale Italiana.

Il penitenziario di Santo Stefano, chiamato penitenziario borbonico, si trova sull' Isola di Santo Stefano, nel Mar Tirreno, e dipende amministrativamente del Comune di Ventotene ( LT ).

http://www.youtube.com/watch?v=XR62nNGSFkk




Come puoi leggere nel link del sito web che segue, il penitenziario di S.Stefano fu adottato anche dal Regno d'Italia.
In questo tempo il detenuto il più celebre secondo me è Carmine CROCCO ma per non far ingarbugliare con la tua ricerca mi ferma qui.

http://notizie.antika.it/005707_santo-s ... -ii-parte/

" La nostra immersione nell’archeologia carceraria del penitenziario di Santo Stefano prosegue con un’immersione nella storia evocata dalle vicende dei reclusi nel carcere borbonico che dal Regno di Napoli e poi dal Regno delle due Sicilie viene adottato anche dal Regno d’Italia e dal regime fascista fino alla Repubblica italiana che negli anni ’60 ne decretò la chiusura. "

Ti lascio anche questo link interessante :

http://www.ecn.org/filiarmonici/santostefano.html


Per finire ti faccio una domanda.
Se ho capito bene cerchi in quale prigione Michele PURCARO di Vito ( Ariano Irpino ) si trovava nel 1832 ma come tu puoi sapere che Michele PURCARO era in prigione ?

N.B.
Esisteva anche il carcere della Vicaria (NA) per i detenuti politici.
Sabino
Elite
Elite
 
Posts: 362
Joined: 17 Aug 2011, 15:56

Re: prisons of Gaeta & Ischia

Postby dmt1955 » 29 Jul 2013, 14:18

thank you for the links, sabino. i look forward to looking at them. i try hard to understand given my limited ability to speak / understand italian.

as to Michele, I am awaiting a film of death records from his town (ariano di puglia). it is the only film of all civil records that I haven't reviewed, so I am assuming that his death record will be among them. it is through secondary information that mentions his death in prison a translation from a 12/3/1875 Il Piccolo (Naples) that was about Vito's death the previous month. It mentions Michele died in chains in prison from such brutal treatment.

thanks again,
donna
www.MyItalianFamilies.com
Researching: Purcaro, Raimo, Rizzo, Scaglione, Troisi, Masucci
Locations: Ariano (di Puglia) Irpino, Volturrara, Altavilla, Zungoli
User avatar
dmt1955
Master
Master
 
Posts: 596
Joined: 05 Jun 2010, 19:12
Location: Washington, DC


8 posts • Page 1 of 1

Return to Italian History & Culture

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 1 guest

Copyright © 2014. www.ItalianGenealogy.com.